Archive for Aprile 21st, 2021

Pubblicato all’Albo Sindacale della scuola e trasmesso via e-mail ai DOCENTI DI RELIGIONE  il comunicato in allegato, come è ormai d’uso richiedere,  SENZA ALCUNA MODIFICA DEL FILE (in PDF) al fine di poter utilizzare i link ipertestuali presenti nel notiziario.

 

UIL SCUOLA IRC INFORMA N.10

La Scuola Normale Superiore organizzerà anche nella prossima estate le sue tradizionali attività di orientamento alla scelta universitaria rivolte a studenti e studentesse che abbiano conseguito risultati scolastici particolarmente significativi.

Siamo consapevoli delle difficoltà cui questi mesi hanno esposto le scuole italiane e un’intera generazione di studenti e studentesse; per questo motivo, non abbiamo mai fatto mancare il nostro impegno, aumentando se possibile il numero di iniziative rivolte alle scuole secondarie, a distanza o in presenza. I corsi di orientamento universitario sono da oltre quarant’anni una delle attività più qualificanti della Scuola Normale, e siamo determinati a offrire questa opportunità agli studenti e alle studentesse anche in questo periodo così grave. I corsi sono anche una grande opportunità di collaborazione istituzionale, per unire le forze nell’interesse del Paese. Per questo siamo lieti di annunciare che uno dei tre corsi di orientamento sarà quest’anno organizzato in collaborazione con la Scuola Superiore Meridionale di Napoli.

In considerazione dell’emergenza sanitaria, quest’anno la Normale sta valutando due possibilità di erogazione dei corsi: stiamo lavorando alla realizzazione di tre corsi di orientamento in presenza, da tenersi nella seconda metà del mese di luglio e nella prima metà del mese di settembre 2021; qualora le condizioni non dovessero consentire lo svolgimento in presenza, convertiremo la nostra attività in corsi online.

Le saremo grati se vorrà concorrere a realizzare queste iniziative segnalando uno o più studenti (al massimo quattro) del penultimo anno, meritevoli e motivati a vivere questa esperienza. Tra le segnalazioni ricevute si prevede di selezionare almeno 150 studenti che saranno invitati a partecipare a uno dei corsi, secondo le modalità indicate nell’allegato. I corsisti e le corsiste non dovranno sostenere alcun onere per la partecipazione e il soggiorno. A loro sarà destinato un intenso programma di lezioni, seminari, incontri e dibattiti nell’intento di favorire scelte più mature e informate. Le candidature potranno essere inserite fino alle ore 24 di venerdì 23 aprile 2021.

Con l’occasione, siamo lieti di informarLa inoltre che, a completamento del nostro programma di orientamento universitario per il 2021, è confermata la partecipazione alla Scuola di Orientamento Universitario, in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e la Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia.

RingraziandoLa per l’attenzione e la collaborazione che vorrà offrire, Le inviamo i più cordiali saluti.

           Luigi Ambrosio, Scuola Normale Superiore
Giuseppe Recinto, Scuola Superiore Meridionale

Clicchi qui per scaricare la circolare con le istruzioni
Clicchi qui per procedere alle segnalazioni dal 18 marzo

Logo FLC CGIL

Lunedì 19 aprile si è svolto l’incontro del Ministero dell’Istruzione con i sindacati del comparto “Istruzione e ricerca” sul protocollo di sicurezza per la ripresa delle attività didattiche in presenza al 100% dal 26 aprile. Il resoconto dettagliato dell’incontro.

In questi ultimi mesi le scuole del primo ciclo hanno frequentato in presenza nella maggioranza delle regioni, tuttavia ciò che sarebbe stato necessario per la riapertura in presenza al 100% in tutti gli ordini e gradi non è stato ancora realizzato, con il paradosso che la campagna di vaccinazione dedicata al personale scolastico è stata bloccata.

A margine dell’incontro Francesco Sinopoli, segretario generale della FLC CGIL denuncia: “Ci troviamo davanti a un atto di volontà politica non supportato da condizioni reali. Prima di decidere la riapertura al 100% in presenza bisogna riprendere subito la campagna di vaccinazione, rinnovare i protocolli di sicurezza, effettuare tracciamenti, anche a campione, valutare i dati dei vaccinati, ancora non disponibili. In caso contrario non c’è alcuna garanzia per studenti e personale scolastico”.

La FLC CGIL di fronte a questa determinazione del Governo, assieme alla richiesta dell’immediata ripresa delle vaccinazioni al personale scolastico, ritiene necessario ottenere i dati relativi alla quantità di personale vaccinato, e se con prima o seconda dose. È, questo, un passaggio necessario per un rientro in sicurezza nel tempo più breve possibile assieme al quale occorrono quei provvedimenti che da mesi riproponiamo alla politica, come l’aggiornamento dei protocolli di sicurezza, che sono fermi all’estate del 2020 e l’attivazione di un’efficace azione di tracciamento con tamponi in via prioritaria per la scuola. Occorre poi potenziare i trasporti (che sono il luogo dove le persone che frequentano la scuola corrono i rischi maggiori di contagio) e consentire che le scuole – supportate dagli uffici scolastici regionali, e non più costrette a seguire le discutibili decisioni delle Regioni e/o delle Prefetture – possano auto organizzarsi circa gli orari di ingresso e d’uscita, la durata delle lezioni e quant’altro occorra per garantire il lavoro e le lezioni in sicurezza.
Infine, dove gli alunni non possono portare la mascherina bisogna prevedere e garantire al personale la mascherina FFP2.

Chiediamo dunque che il Governo rivaluti la scelta per la ripresa attività scolastiche in presenza al 100% dal 26 aprile prossimo e lavori concretamente per raggiungere l’obiettivo in sicurezza a partire, lo ribadiamo, dalla ripresa immediata della campagna di vaccinazione.

Leggi il resoconto dettagliato dell’incontro.