Archive for Luglio, 2021

Si comunica il calendario degli scrutini degli esami del giudizio sospeso, che si svolgeranno on
line, secondo modalità comunicate successivamente, con il seguente o.d.g.:

 valutazione alunni
 trascrizione valutazione e assegnazione credito scolastico agli studenti del triennio
 compilazione della certificazione delle competenze per gli studenti delle classi seconde
 redazione del verbale dello scrutinio

 

 

Circolare n. 301 Calendario scrutini_giudizio_sospeso

  • Agli Alunni con giudizio sospeso
    Ai loro Genitori
    Ai Docenti
    Al Personale ATA
    Al DSGA

Si comunica in allegato il calendario delle prove scritte e orali in presenza per la verifica del superamento
delle carenze alla base del giudizio sospeso.
Si ricorda che gli studenti che non si presentassero a sostenere le prove risulteranno non ammessi alla
classe successiva.
I Docenti sono tenuti, non solo a controllare il calendario relativo alle proprie classi, ma anche le eventuali
sostituzioni dei Colleghi non più in servizio nell’Istituto. Dovranno, di conseguenza, preparare le verifiche
scritte e orali sulla base dei programmi svolti, pubblicati sul sito della scuola, e partecipare ai relativi scrutini.

 

ALL. CIRC. N. 300 Calendario esami giudizio_sospeso

Ai sensi dei commi 1 e 2 dell’art.19 del CCNL/2007, al personale assunto con contratto a tempo determinato, al personale di cui all’art.3, comma 6, del DPR n.399 del 1988 e al personale non licenziabile di cui all’art.43 e 44 della legge n.270, si applicano, nei limiti della durata del rapporto di lavoro.

1) Le ferie sono proporzionali al servizio prestato in qualità di docente ( 2,666 giorni per ogni 30 giorni di servizio)
2) Qualora la durata del rapporto sia tale da non consentire la fruizione delle ferie maturate a causa di importanti motivi di servizio, le stesse saranno liquidate al termine dell’anno scolastico e comunque dell’ultimo contratto stipulato nel corso dell’anno scolastico
3) La fruizione delle ferie nei periodi di sospensione delle lezioni nel corso dell’anno non è obbligatoria, pertanto per il personale a tempo determinato che ,durante il rapporto di lavoro, non abbia chiesto di fruire delle ferie durante i periodi di sospensione delle lezioni, si da luogo al pagamento sostitutivo delle stesse al momento della cessazione del rapporto di lavoro Resta inteso quindi che rientrando nel proprio profilo ATA di titolarità, resta la fruizione da parte del lavoratore delle ferie maturate e residue ATA se non usufruite precedentemente nell’anno scolastico in qualità di docente.

Monza 08/07/2021
La Segreteria Nazionale di Feder.ATA

Docenti con contratti a tempo determinato che rientrano in servizio nei profili ATA le fruizioni delle ferie

 

 

A tutto il personale ATA

Perché iscriversi a Feder.ATA?

Cara lavoratrice e lavoratore ATA,
Feder.ATA è l’Organizzazione sindacale del personale ATA della scuola pubblica italiana,
l’unico sindacato unitario che rappresenta e tutela solo ed esclusivamente i lavoratori ATA
nel nostro paese.
Trae la propria legittimazione, la propria forza e le proprie risorse esclusivamente dagli
iscritti.
Iscriversi a Feder.ATA, significa entrare a far parte di una famiglia sindacale, che anche
nei suoi quadri dirigenziali è composta solo da lavoratori ATA , tesserarsi vuol dire
condividerne i valori e gli obiettivi, vuol dire unità e solidarietà tra i lavoratori ATA.
Iscriversi a Feder.ATA, permette al nostro sindacato di essere più forte per il bene di tutti i
profili professionali ATA, di avanzare per la soluzione dei problemi e fare azioni di
contrasto per fermare le politiche sbagliate che purtroppo gli altri sindacati nazionali hanno
permesso sempre a discapito dei lavoratori ATA, un azione sindacale guidata dai dettami
del CCNL della scuola, contratto del lavoro che troppe volte non viene rispettato e che per
Feder.ATA è la guida per dipanare le controversie a sostegno e tutela dei lavoratori ATA.
Iscriversi a Feder.ATA da diritto a tutela riguardo al proprio lavoro: consulenze
professionali e qualificate su aspetti contrattuali e professionali, pratiche previdenziali,
difese, formazione, conciliazioni e ricorsi.
Il nostro impegno sarà il tuo: difendere ed estendere i diritti e la rappresentanza delle
lavoratrici e dei lavoratori ATA, operare per il riconoscimento della loro funzione sociale e
la valorizzazione del loro profilo professionale.
Solo l’azione collettiva, infatti, può porre un argine all’individualismo imperante, oggi più
che mai, soprattutto per il personale ATA, da sempre, soprattutto negli ultimi anni
dimenticato da forze politiche e dal panorama sindacale italiano.
Per questi motivi Feder.ATA è la casa comune per i lavoratori ATA della scuola, i tuoi
diritti sono il nostro unico impegno!
Oggi più che mai rafforzare il sindacato Feder.ATA è importante per arginare e
contrastare gli attacchi contro i lavoratori ATA, contro i giovani precari che si affacciano nel
mondo del lavoro scolastico, iscrivendoti a Feder.ATA rendi più efficace ed incisiva
l’azione di rappresentanza dei lavoratori ATA, per non arretrare mai più nei diritti dei
lavoratori.
E’ arrivato il momento di avere coraggio, di non sentirsi più un numero all’interno di un
qualunque sindacato, è arrivato il momento di sentirsi parte integrante di una lotta
sindacale, per il bene comune dei lavoratori ATA.
Monza 09/07/2021

Il Segretario Nazionale Organizzativo Feder.ATA
Fania Gerardo

 

ISCRIVERSI A FEDER ATA E’ UNA SCELTA DI CUORE

Logo FLC CGIL

Mercoledì 7 luglio abbiamo ribadito, come in tutte le precedenti occasioni, la necessità di pianificare la riapertura delle scuole a settembre in presenza e in condizioni di sicurezza.

In previsione dell’avvio della ripartenza di settembre, non si può più andare avanti per tentativi ed errori, con aperture parziali, discontinue e frammentate sul territorio nazionale, ma al terzo anno di emergenza da coronavirus, bisogna essere in grado di leggere e utilizzare ciò che è accaduto nei due precedenti anni scolastici. In attesa delle nuove indicazioni del CTS, abbiamo chiesto al Ministero di effettuare un monitoraggio dettagliato dei contagi, con analisi specifiche per le diverse tipologie di contatto e di relazione nei vari contesti (scuola dell’infanzia e primaria, laboratori, attività con gli alunni diversamente abili, …). Abbiamo ricordato più volte che, ben prima della possibilità di usufruire dalla difesa della vaccinazione, tutte le scuole del primo ciclo hanno frequentato in presenza e le scuole dell’infanzia senza l’uso della mascherina per i bambini. Oggi il dibattito si concentra su duecento mila non vaccinati su un milione e quattrocentomila addetti, dimenticando che, soprattutto alla secondaria, i maggiori timori di contagi provengono dai trasporti.

Sappiamo che il SIDI, il sistema informativo ministeriale, richiede con cadenza settimanale la rilevazione dei numeri relativi alla diffusione dei contagi in tutte le scuole: si tratta di un patrimonio di informazioni che deve essere utilizzato per calibrare le azioni necessarie a mettere in sicurezza le lezioni in presenza, in modo serio e scientificamente programmato.

Il personale della scuola, dai docenti, ai dirigenti, ai collaboratori si sono adoperati in ogni modo, anche in condizioni precarie, oggi l’86% del personale è vaccinatonon si può concentrare il tema della sicurezza a scuola su 200 mila unità, il 14% di non vaccinati, ignorando il tema dei numeri di alunni per classe, il nodo dei trasporti e della capienza delle aule. Come già rilevato durante l’incontro per l’informativa sugli organici, in queste condizioni è impossibile affrontare lo stato di emergenza e diventa sempre più urgente la riduzione del numero di alunni nelle classi.

Abbiamo sostenuto la campagna vaccinale per il personale scolastico, già dal primo momento, anche quando il generale Figliuolo l’aveva sospesa per agevolare il criterio delle fasce d’età e ne auspica il completamento al 100%, ma oggi è indispensabile non parlare del 14% di non vaccinati mancante, bensì delle azioni di governo da programmare per un rientro a scuola sulla base di ciò che è realmente accaduto nelle scuole, fuori dalla retorica di “a scuola non ci si contagia”, contando sulla capacità di adattamento del personale, ignorando gli infausti effetti di chiusure localistiche di un diritto di cittadinanza universale, figlie di una deriva autonomistica di Comuni e Regioni. Oggi è finalmente il momento che il Governo Draghi e il Ministro Bianchi si assumano la responsabilità di produrre scelte motivate e razionali per riportare tutti gli alunni a scuola e per farlo è necessario partire da una sensata analisi dei dati già in loro possesso.

Scuola, riapertura a settembre: indispensabile agire ora. Solo il 14% non è vaccinato

Se dovessi riassumere in una sola parola le tante iniziative che la nostra Scuola di Giurisprudenza intraprende per il continuo miglioramento della qualità della didattica e dei servizi amministrativi, sceglierei ATTENZIONE (continua a leggere)

Dal 30 agosto al 3 settembre 2021 il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Urbino
Carlo Bo organizza, per i neo-diplomati, DIRITTI AL PUNTO, Scuola estiva per studenti pre-universitari del Dipartimento di Giurisprudenza.

E’ un corso di introduzione allo studio del diritto, ai suoi rapporti con l’attualità, la società e l’economia, al confronto con gli operatori del diritto e dell’informazione.
Il corso si svolge a distanza, tramite la piattaforma zoom di uniurb. Per iscriversi inviare una e-mail entro il 28 agosto all’indirizzo: scuola.giurisprudenza@uniurb.it.

 

Diritti_al_punto_2021

Offerta_formativa_Scuola di Giurisprudenza_2021-22

A tutte le famiglie
e a tutti gli studenti neo diplomati
Liceo Rinaldini

Con la presente si invita lo studente/studentessa, accompagnato/a da massimo due persone, alla cerimonia di consegna del certificato di superamento dell’Esame di Stato*, che si terrà nel piazzale antistante l’ingresso della scuola alle ore 18.15, dei seguenti giorni:

– 08/07/2021: indirizzo Liceo Classico e Liceo Musicale;
– 09/07/2021: indirizzo Liceo Scienze Umane e Liceo Economico Sociale.

 

Come da Ordinanza del Ministero della salute del 22.06.2021, in via precauzionale, nonostante la cerimonia si svolga, all’aperto si raccomanda l’utilizzo della mascherina.

 

Circ.__299__-_cerimonia_diplomati_2020-2021