Anniversario della Strage di Capaci: un racconto di Raffaele Piccirillo, della classe II AT

Anniversario della Strage di Capaci: un racconto di Raffaele Piccirillo, della classe II AT

Un bellissimo racconto, con tanto di premessa e nota esplicativa, scritto da Raffaele Piccirillo, della classe II AT, in relazione all’anniversario della Strage di Capaci, che cade il 23 maggio.  Vuole essere un omaggio a tutte le vittime della Mafia, sia quelle morte assassinate, sia quelle che ancora soccombono, poiché lasciate sole da uno Stato che non è in grado di proteggerle.

 

Ma perché la mamma ci ha detto che partiamo per le vacanze?

Oggi è il 24 maggio, la scuola non è ancora finita. Da quando ieri si è sentito quel terribile boato sembra che a casa siano tutti impazziti. Siamo in macchina da più di dieci ore, e poi chi li ha mai conosciuti questi parenti che vivono in Germania? Carmelina si è addormentata e io faccio finta di dormire, così posso ascoltare i discorsi dei grandi. Papà è nervoso e la mamma è preoccupata. Le sta dicendo che ieri c’è stato l’attentatuni, hanno fatto saltare in aria un magistrato e la sua scorta.
Non riesco a capire tutto quello che dice, ma che minchia c’entra con noi? Sta fumando una sigaretta dopo l’altra e dice …. continua a leggere sul Carletto|Rinaldini News

 

> Versione stampabile