All posts in Eccellenze

Un bellissimo racconto, con tanto di premessa e nota esplicativa, scritto da Raffaele Piccirillo, della classe II AT, in relazione all’anniversario della Strage di Capaci, che cade il 23 maggio.  Vuole essere un omaggio a tutte le vittime della Mafia, sia quelle morte assassinate, sia quelle che ancora soccombono, poiché lasciate sole da uno Stato che non è in grado di proteggerle.

 

Ma perché la mamma ci ha detto che partiamo per le vacanze?

Oggi è il 24 maggio, la scuola non è ancora finita. Da quando ieri si è sentito quel terribile boato sembra che a casa siano tutti impazziti. Siamo in macchina da più di dieci ore, e poi chi li ha mai conosciuti questi parenti che vivono in Germania? Carmelina si è addormentata e io faccio finta di dormire, così posso ascoltare i discorsi dei grandi. Papà è nervoso e la mamma è preoccupata. Le sta dicendo che ieri c’è stato l’attentatuni, hanno fatto saltare in aria un magistrato e la sua scorta.
Non riesco a capire tutto quello che dice, ma che minchia c’entra con noi? Sta fumando una sigaretta dopo l’altra e dice …. continua a leggere sul Carletto|Rinaldini News

 

> Versione stampabile

COMPLIMENTI ALLA NOSTRA

 STUDENTESSA

MIRIAM CARRETTA, classe 1AM,

per la qualificazione ottenuta alla semifinale delle Olimpiadi di Italiano,

X edizione a.s. 2020/2021.

     Ora l’appuntamento per la finale è per il prossimo 11 maggio.

    BRAVA MIRIAM

COMPLIMENTI AL NOSTRO

RAPPRESENTANTE DI ISTITUTO

FRANCESCO DOGA, classe 5BM,

per il primo posto ottenuto alle Olimpiadi di lingue e Civiltà classiche a.s. 2020/2021.

Ora l’appuntamento per la finale è per il prossimo 5 maggio.

BRAVO FRANCESCO

Complimenti anche agli altri nostri studenti classificati

CATERINA ACCIARRESI   4AM

CHIARA NOVELLI   5BM

MATTEO LUNA   4CM

 

Perché dopo la scuola media avevi scelto il Liceo Musicale? Che cosa fai adesso che ti sei diplomato? Cosa ti ha lasciato aver frequentato il Rinaldini? Ce lo spiegano i giovani musicisti che hanno appena completato il quinquennio del Liceo Musicale Carlo Rinaldini. Scegli dalla tabella o scorri le frecce grigie per sentire quello che hanno da raccontarci.

MARCO MARTELLINIVALERIO CAPPELLANAZARENO GIACOMELLI
MARIKA LUCARINIDANIELE MARCONIELISABETTA COSTANTINO
DANIELE CAGNONIFILIPPO LOMBARDELLITHOMAS LASCA

Ha allargato i miei orizzonti e mi ha fatto conoscere persone che stimo molto sia a livello umano che professionale  
Mi ha lasciato la capacità organizzativa, perché rimane un Liceo piuttosto impegnativo ma soprattutto la curiosità verso tantissimi ambiti. La musica è una delle materie più trasversali che si possano studiare e ho scelto Fisica non a caso. Infatti desidero affrontare il linguaggio musicale nella maniera più completa possibile.  

La capacità di lavorare e di collaborare con le altre persone, il metodo di studio sia per le materie musicali sia per quelle scientifiche e umanistiche. Inoltre mi ha dato la possibilità di allargare i miei orizzonti
Una delle cose più belle che mi ha lasciato il Liceo è il fatto di aver potuto suonare due strumenti. Per me la fisarmonica è stata una scoperta. Uno strumento veramente bello che penso, altrimenti, non avrei mai suonato.
[link - curriculum - pagina personale]  
Autostima, perché il Liceo è un luogo in cui si viene amati e la consapevolezza che la scuola può davvero diventare una seconda casa
L'importanza del lavoro di strada e l'entusiasmo giusto con il quale affrontare tutte le situazioni. Specialmente quelle musicali
Potessi tornare indietro nel tempo ripeterei senz'altro l'esperienza del Liceo perché oltre ad avermi garantito delle conoscenze musicali mi ha fatto sentire parte di un vera e grande famiglia
Soprattutto la preparazione! Una volta entrato in conservatorio mi sono trovato molto facilitato rispetto ai compagni che non avevano frequentato il Liceo
Non solo musica ma un percorso di materie ben articolato che va dalle materie scientifiche a quelle umanistiche e un senso di comunità che va dai ragazzi del quinto anno a quelli del primo anno

“Nella scherma si vince e si perde, non ci sono mezze misure, lo sport ha le sue regole, come nella scuola. Se subisci la sconfitta, devi accettarlo e da lì ripartire per vincere. Così nella scuola quando una verifica o un’interrogazione va male non bisogna scoraggiarsi, anzi bisogna metterci più impegno e determinazione, perché la vittoria è più vicina.”

“Mens sana in corpore sano” Benedetta Pantanetti 1°classificata Cadetti fioretto femminile ai campionati italiani 2019 

Quando hai iniziato a tirare di fioretto e perché hai scelto questo sport? 
“ Ho iniziato a 6 anni; in quel periodo….” continua a leggere sul Carletto |Rinaldini News 

Sabato 24 ottobre, dalle ore 14.30 alle ore 16.00, la squadra del Rinaldini i VERBA SEQUENTUR, composta dagli studenti di quinto FRANCESCO DOGA, MARGHERITA FABIETTI, LAURA MARTINI, CHIARA  SCARPONI, EMY SOLAZZO, ELMA VELIC, ha disputato la finale del VII Torneo Nazionale di Palestra di Botta e Risposta in modalità online contro la squadra del  Liceo Alfano di Termoli, i COGITO ERGO SUM.

 

Maggiori dettagli sul Carletto – Rinaldini News | Un brillante argento per la “nazionale” di Dibattito

Read more