Liceo "Carlo Rinaldini" Ancona - Home Page - Login

All posts in News

Il primo febbraio presso l’Aula Magna del Liceo “Carlo Rinaldini” di Ancona si è svolta la premiazione della sesta edizione di Storie da musei, archivi e bibliotecheconcorso itinerante per racconti brevi e fotografie che dal 27 ottobre 2017 al 31 gennaio 2018 ha coinvolto sessantuno partecipanti in quattordici strutture marchigiane, raccogliendo novantadue elaborati che raccontano le istituzioni culturali del territorio e l’importanza che esse rivestono per le loro comunità di riferimento, con una particolare attenzione al tema del “riuso”.

La cerimonia si è aperta con i saluti di benvenuto della Dirigente Scolastica Anna Maria Alegi e con gli interventi di Stefania Romagnoli (coordinatrice del MAB Marche), del Garante regionale dei diritti Andrea Nobili e di Sebastiano Miccoli (presidente dell’AIB Marche).

A seguire, il docente Leonardo Properzi ha presentato il video curato dal Liceo Artistico “G. Cantalamessa” di Macerata sul progetto Mani che parlano, nato dall’incontro tra la scuola, i musei civici di Macerata e i centri di accoglienza e primo ascolto, a dimostrazione che l’arte e la creatività possono essere veicolo di integrazione e apertura verso la società del futuro.

In conclusione, l’illustrazione delle opere finaliste a cura dell’appassionato fotografo Massimo Tamberi e della docente Paola Piattella, che ha coordinato le letture dei racconti da parte degli studenti, mentre i docenti Marco Guarnieri e Doriana Giuliodori hanno curato gli intermezzi musicali brillantemente eseguiti degli allievi del Liceo.

Le vincitrici assolute della sesta edizione hanno partecipato entrambe alla tappa del concorso che si è svolta presso la Biblioteca Comunale “Sara Iommi” di Agugliano  (AN)  e sono Silvana Salati, con il racconto Cara Giulia e Nicoletta Badiali.

Promosso dal Liceo Rinaldini,vede coinvolti, con i suoi studenti, quelli delle scuole in rete: Liceo Scientifico “G. Galilei”, Liceo Artistico “E. Mannucci”, Istituto Comprensivo “A. Scocchera “con il sostegno di numerosi enti locali. Nel corso di un biennio, una serie di azioni di conoscenza esperienziale e teorica permetterà agli studenti, guidati da esperti dell’Univpm e da professionisti del territorio, un approccio multidisciplinare a luoghi prossimi alla loro realtà  i vita (ma in genere ignorati), spettacolari e di grande valore scientifico, culturale e ambientale. I ragazzi lavoreranno per gruppi eterogenei per formazione, competenze, età, secondo metodologie didattiche cooperative. Condivideranno escursioni, eseguiranno rilevamenti, studio, attività di laboratorio, progettazione anche multimediale di itinerari volti alla tutela e valorizzazione del territorio esaminato.

Si parte venerdì 8 febbraio con il modulo n.6 ”Conoscenza ed esplorazione del Forte Altavilla e degli insediamenti antropici della Falesia” Venerdì 15 febbraio si aprirà quello n.5 di archeologia: ”Conoscenza e studio delle Peschiere di età romana”. Di prossima pubblicazione le date di avvio dei moduli: n.2 “Ambiente marino sottostante la Falesia di Pietralacroce”, n.3 ”Conoscenza delle rocce e delle formazioni geologiche della Falesia”, n.4 ”Studio delle principali specie faunistiche dell’ambiente dell Falesia”(solo per la scuola primaria), n.9 “Passeggiata naturalistica virtuale in 3D nel territorio ed esplorazione in 3D del Forte e dei suoi sotterranei”.

Tutte le comunicazioni, i calendari delle attività, i riferimenti a tutor ed esperti, progressivamente aggiornati, si trovano sul sito PonFse del Liceo Rinaldini

Venerdì 25.01.2019, presso l’Aula Magna del Liceo Rinaldini, si terranno le audizioni per l’ammissione alla classe I del Liceo Musicale. Tutti i candidati sono convocati alle ore 9.45. Alle ore 10.00 avrà inizio la prova scritta di Teoria Musicale e, a seguire, dalle ore 11:00, si procederà con le prove individuali di strumento. Le audizioni termineranno alle ore 13.00 circa.

“Si avvisa che sono stati pubblicati i bandi per il reclutamento del personale interno alla rete del PON Potenziamento all’educazione del patrimonio artistico e culturale e paesaggistico: La Falesia di Pietralacroce.
I Moduli attivati sono i seguenti: Modulo 1, l’Ambiente terrestre; Modulo 2, l’Ambiente marino; Modulo 3, La Geologia della Falesia; Modulo 4, Le specie faunistiche; Modulo 9 Passeggiata in 3D. Si invitano tutti gli interessati a presentare domanda di candidatura.

Al via il Minicorso di Teoria Musicale: il primo incontro si terrà venerdì 11 gennaio, come da calendario reperibile al seguente link: https://rinaldini.edu.it/orientamento-in-entrata/ .

Si comunica altresì che il termine per la presentazione delle domande di iscrizione all’audizione per l’accesso alla classe prima del Liceo Musicale per l’anno scolastico 2019-2020 è  prorogato al giorno 23 gennaio 2019. Il modulo per la domanda e il regolamento con tutte le informazioni sono reperibili sul sito del Liceo al seguente link  https://rinaldini.edu.it/?portfolio=liceo-musicale .

Le audizioni si svolgeranno il giorno 25 gennaio 2019, come da calendario che sarà pubblicato sul sito del Liceo Rinaldini nei giorni immediatamente antecedenti la prova.

Si comunica che, essendo stata fissata al 31/01/2019 la scadenza per le iscrizioni delle classi prime, viene annullata la giornata di Scuola aperta programmata per sabato 26 gennaio 2019. Rimangono confermate le date del 13 e 27 gennaio 2019.

Corrado Bologna, accademico e filologo italiano, in visita speciale presso il liceo di Stato “Carlo Rinaldini” di Ancona per un faccia a faccia con gli studenti e i professori, alla scoperta del pensiero e della profonda tradizione lasciataci da uno dei più grandi letterati italiani, Giacomo Leopardi.

Nel pomeriggio di giovedì 29 novembre il Liceo di Stato Carlo Rinaldini di Ancona ha avuto il piacere di ospitare il professore Corrado Bologna, accademico e filologo italiano, che ha tenuto una lectio magistralis dal titolo “Duecento anni di Infinito”.

Il professore Bologna ha esposto un’interessante analisi del pensiero leopardiano, partendo da “L’Infinito”, la poesia più famosa di Leopardi, confrontando le parole e la forma della poesia stessa con autori successivi al poeta marchigiano…  Continua a leggere sul Carletto.

Si comunica che a gennaio verranno sostituiti gli infissi dell’ala del Liceo Classico e Liceo Musicale; si invitano quindi le famiglie a consultare con attenzione il Registro Elettronico, nel quale saranno comunicati gli spostamenti delle classi in occasione dell’esecuzione dei lavori nelle proprie aule.

di Maddalena Santacroce

Sono solita avviare le nuove classi che mi vengono assegnate per l’insegnamento della lingua e letteratura italiana al metodo TwLetteratura, perché è un metodo in cui credo. Quello che mi è sempre piaciuto di tale metodologia è la possibilità di un dialogo ravvicinato con il testo letterario anche senza i filtri della lezione frontale. Lezione con la quale generalmente l’insegnante introduce gli studenti alla scrittura di un autore, svelando trame, temi, stile delle sue opere prima di passare alla loro lettura effettiva.
Ma la letteratura è patrimonio dell’umanità e dunque qualcosa che appartiene ai ragazzi ancor prima di iniziare il percorso di studi che li porterà ad approfondirne la storia. Il metodo TwLetteratura pone a tu per tu con il testo il ragazzo, che si sentirà così libero di esprimere ciò che la lettura gli farà sentire.

#QuestionePrivata

Quest’anno il battesimo di fuoco è toccato ai ragazzi della III BM del Liceo di Stato Carlo Rinaldini di Ancona. Per loro ho scelto Una questione privata di Beppe Fenoglio. È un testo che mi ha personalmente stregato per la salda coesione della struttura e per la dinamicità della narrazione. Ma anche per il modo in cui Fenoglio ha parlato di una guerra, quella partigiana, intrecciandola mirabilmente con una questione privata, quella del giovane Milton e del suo amore per Fulvia (figura femminile sfuggente e capricciosa, una sorta di ariostesca Angelica, come già notò Italo Calvino). Il progetto è stato realizzato su Twitter utilizzando l’hashtag #QuestionePrivata e un account di classe (@3Rinaldini) creato per l’occasione. I ragazzi hanno prodotto oltre 250 tweet, rivelando a poco a poco una buona capacità di addentrarsi nell’opera, evidenziandone le tematiche e analizzandone i protagonisti.

Parola agli studenti, allora: continua a leggere l’articolo originale sul sito di twletteratura